Bacheca generale di InsiemeSenza.org



Leggi queste informazioni per sostenere InsiemeSenza.org




Bacheca generale di InsiemeSenza.org
Home | Profilo | Registrazione | Discussioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
Nome utente:
Password:
  Selezione lingua
Salva la password
Hai dimenticato la Password?




 Tutti i forum
 CATEGORIA GENERALE
 Informazioni ed aiuto
 FUMO EROINA
 Nuova discussione  Discussione bloccata
 Versione stampabile
Pagina Successiva
Autore Discussione precedente Discussione Discussione successiva
Pagina di 2

clarissa
Nuovo Ospite

Messaggi 4

Spedito - 30/04/2008 :  17:57:22  Mostra profilo
Ciao a tutti, è la prima volta che scrivo qui anche se è un po' di tempo che vi leggo: da quando mi sono resa conto che la mia situazione doveva cambiare. E devo dire che questo è un luogo di solidarietà e di apertura, senza facile inclinazione al giudizio come purtroppo accade spesso in materia di droghe.
Ho 22 anni, studio e sono una scrittrice. Sto con una ragazza, che amo alla follia, da circa tre anni . Prima di conoscerla conducevo una vita abbastanza solitaria, non uscivo mai, a causa anche di una madre un po' dispotica (ce ne sarebbe da dire su questo rapporto). Inizialmente fumavamo erba o hasish con altri amici, raramente e senza coinvolgimento qualche riga di coca se offerta finchè da circa un paio d'anni, un po' di meno, lei mi fece provare la roba. L'aveva fumata un paio di volte insieme ad una sua amica che ora è in comunità perchè è passata a iniettarsela ogni giorno.
Ora noi siamo arrivate al punto di fumarla ogni giorno, a volte anche due volte al giorno. Ultimamente ci siamo rese conto che la situazione è diventata insostenibile: siamo sempre piene di sonno, non riusciamo ad alzarci, non abbiamo voglia di uscire e di fare niente, io ho dovuto rimandare la mia discussione di laurea da luglio ad ottobre con le conseguenti ansie ( sono un tipo di mio incline all'ansia quindi figuriamoci). Non esiste pericolo che passiamo alle siringhe, quindi questo è verosimilmente il nostro limite massimo e l'abbiamo raggiunto.
Qulche mese fa, prima di Natale, avevamo provato a rivolgerci al Sert, ma soprattutto io non ero del tutto convinta. Volevo soltanto che mi fossero elencate le varie possibilità, invece ci diedero un po' di metadone dicendoci di tornare l'indomani, ma io non ebbi alcun effetto. E comunque non era quello il momento. Ora abbiamo deciso di fare un esperimento e mi piacerebbe sapere che cosa ne pensate, oltre che potermi confrontare con qualcuno che ha avuto a che fare con l'eroina "fumata" come me.
Abbiamo pensato, consapevoli che questo sia un tentativo e che fare da sè non è semplice (ma non per questo meno determinate), di provare a scalare l'uso della roba. Mi spiego, il nostro è un problema anche molto psicologico tanto che se per esempio fumo il pomeriggio e poi la sera siamo d'accordo di non vederci, a volte non ce la faccio e voglio uscire per forza, pur avendo fumato fino a un'ora prima.
Comunque, torno all'esperimento. Allora, abbiamo iniziato , circa dieci giorni fa, fumando solo una volta al giorno, magari un giorno il pomeriggio e il giorno dopo la sera, per far passare più di 24 ore.Tutto questo, fumando per esempio la sera, cercando di non trascorrere la giornata ad aspettare o a dormire, ma provando a dedicarsi a qualche cosa, tipo io a studiare e lei a cercare lavoro. Abbiamo fatto così per qualche giorno, con l'obiettivo di stabilire un giorno in cui non fumare del tutto. Questo giorno è stato ieri: abbiamo fumato l'ultima volta lunedì sera. Ieri niente, la giornata è trascorsa senza enormi tragedie, anche se non ero certo di buon umore (ma di buon umore non lo sono da mesi). Qualche problema è arrivato verso sera: verso le otto non avevo voglia di fare niente, stavo davanti alla tv ma mi angosciava l'idea che mancassero ancora quel tot di ore "vuote" prima di andare a dormire. Alla fine ci sono andata e lì c'è stato il vero problema. Avevo sonno, ma non riuscivo a stare ferma nel letto in una posizione per più di sette secondi (li ho contati), non trovavo pace ma ero piena di sonno così che non mi andava nemmeno di guardare la tv, leggere o fare dell'altro. Mi rivoltavo nel letto e l'ansia e l'angoscia crescevano. Questo è durato dalle 24:00 alle 5 del mattino, salendo e scendendo le scale, tenendomi in contatto telefonico con la mia ragazza che non stava male tanto quanto me. Alle 5 è uscita e mi ha portato a casa un farmaco SERENASE in gocce, che ha molte funzioni tipo anche per le allucinazioni ma anche per i problemi muscolari tipo ipertensione o eccitazione esagerata. Ho preso la dose indicata per questi disturbi, ho aspettato dieci minuti e poi sinceramente non mi ricordo. So che il problema è passato, bo, probabilmente ho preso sonno subito. Dovesse risuccedermi, le prenderò prima. Ora potrei anche tenere duro altri due tre giorni e non fumare mai più, ma noi volevamo fare un percorso a scalare che avesse un valore anche psicologico, cioè quello a poco a poco di far uscire la roba dai nostri giorni facendola diventare sempre meno essenziale e poi superflua. Smettere così invece sarebbe un'autoreclusione e sarebbe più facile secondo me ricaderci. Che ne pensate? Qualcuno ha provato la crisi del fumatore? Credo sia diversa da quella di chi si fa. Cioè, io al di là di quello che ho detto, non ho avuto crampi, vomito, ecc, forse ho solo leggermente sudato. Sono passate 43 ore e dopo stanotte non ho più avuto niente, è perche deve ancora arrivare? o il peggio è passato?
Stasera fumeremo, dopo 48 ore, per poi non fumare domani e far per qualche giorno un giorno sì è uno no, poi uno sì e due no, poi una volta a settimana e poi, se funziona, speriamo basta.
Secondo voi, così facendo, starà male come stanotte tutte le volte o è stato perchè era la prima? Cioè, se io stasera fumo e poi non fumo domani, domani notte sarò nelle stesse condizioni di stanotte?
Vi aspetto e vi abbraccio tutti.







logos
Ospite accreditato

Messaggi 88

Spedito - 30/04/2008 :  18:39:08  Mostra profilo  Clicca per vedere logos's l'indirizzo Messanger MSN
ciao Clarissa,
un consiglio, se volete smettere non provate ad improvvisare esperimenti che servono solo a giustificare il piacere che provate nel assumere la roba, perchè di fondo la continuate ad assumere e la scusa dello scalare non regge, ricordatevi che è la roba che decide non voi, soltanto dando un taglio netto potrete trovare conforto, siete già in un circolo vizioso che si stringerà sempre più, è solo questione di tempo (vedi le notti in bianco) e ce ne saranno altre, vi piace la roba ma volete anche dormire, le due cose non stanno insieme, il serenase poi, dalla padella alla brace, poi non cambia affatto la sostanza che si usa, se la fumi o la inietti o per inibire altri fastidi, anche se ve la fumerete una volta alla settimana il problema rimane e si troveranno altre giustificazioni.........siete dipendenti, tossiche forse ancora no....
ragazze, potrei continuare a lungo ma sarebbero solo chiacchiere, dovete solo tradurre queste chiacchiere in fatti..............le vostre intenzioni potranno essere buone ma la realtà dice altro.........si inizia così e con tantissimi altri esperimenti ci si trova a toccare il fondo








La libertà non può essere regalata agli uomini dal di fuori, ma può essere posseduta solo quando gli individui partecipano al suo conseguimento J.Dewey Vai ad inizio pagina

clarissa
Nuovo Ospite

Messaggi 4

Spedito - 30/04/2008 :  19:19:11  Mostra profilo
ti ringrazio logos di avermi letta, accolgo il tuo consiglio e capisco il tuo punto di vista. Forse hai ragione,e se parli credo tu lo faccia per esperienza. Quindi secondo te cosa dovrei fare? Non fumarla più fino a che mi passa la voglia? e come fa a passarmi così miracolosamente? Io vorrei provare a fare questo esperimento, non credo sia geniale o di sicuro efficace, ma mi sembra il modo più fattibile per me almeno per ora. Se arrivassimo a fumarla una volta alla settimana per me sarebbe una grande soddisfazione: vivere un'intera settimana la mia vita senza nessun palliativo. E poi da una volta a settimana è più facile non fumare per due settimane ecc che non se fino al giorno prima l'hai fatto per due volte al giorno. Non lo so, potremmo benissimo fallire. L'esperimento comunque si vede subito se funziona o no, se sgarriamo o no. In tal caso se ne prende atto e si opta per la soluzione drastica come dici tu. Un'altra cosa, perchè dici così del serenase? Cioè secondo te dovevo aspettare mattina e basta, soffrendo e basta? Perchè?
Ti ringrazio







Vai ad inizio pagina

@lex
Ospite collaboratore

Messaggi 436

Spedito - 30/04/2008 :  19:30:27  Mostra profilo
Un sacco di domande!!
Spero di riuscire a rispondere a tutte...nella maniera più corretta possibile.

ASTINENZA

Allora l'eroina aldilà di come l'assumi crea dipendenza (fisica e psicologica).
Ovviamente ogni modalità di assunzione ha i suoi pro e suoi contro....ma di base vale quanto ho scritto nella riga sopra.
Detto questo, vediamo come funziona (a grandissime linee) così capisci meglio quello a cui voglio arrivare: l'eroina (che viene metabolizzata nell'organismo come morfina) si "sovrappone" alla produzione delle endorfine che vengono normalmente prodotte dall'organismo, fino ad annullarlo quasi completamente.
Nel momento in cui smetti di assumere eroina si crea uno "squilibrio", cioè il tuo fisico si trova senza le endorfine (naturali) sia senza quelle generate dalla sostanza.
Questo "squilibrio" è comunemente chiamato astinenza, a cui si aggiungono diversi tipi di disturbi (alcuni comuni a quasi tutti, altri legati a soggettività specifiche) tra cui anche disturbi di tipo psicologico.
I fenomeni acuti dell'astinenza si risolvono generalmente nel giro di pochi giorni, ma l'equilibrio psico-fisico può essere molto lento a ricomporsi.
Assumere la sostanza dopo una breve astinenza "rompe" ogni volta il tentativo del tuo fisico di riprendersi.
In parole povere: o smetti (del tutto)....o ogni volta rischi di ricominciare daccapo.
Se poi la vogliamo mettere sul piano del "consumo saltuario e controllato"....perdonani ma da ex-tossico ho qualche dubbio.
Fondato.

SERENASE

Per mia sfortuna a suo tempo mi è stato prescritto.
In un momento in cui la mia dipendenza era particolarmente "pesante" e i miei tentativi specularmente deboli.
E' un potente antipsicotico che viene utilizzato solitamente con pazienti psichiatrici gravi.
Se vuoi un consiglio: evita di assumere QUALSIASI farmaco che non sia stato prescritto da un medico....questo in particolare.
Altro consiglio: se l'alternativa è fumare eroina o il serenase....beh....allora meglio il metadone.
Magari all'interno di una terapia "complessiva" fata di supporto psicologico, analisi mediche, regole di comportamento ecc.
Che è quello che fanno (più o meno bene) i SERT, che non sono certamente "la soluzione", ma strumenti.
La discriminante ,semmai, è la motivazione che si ha rispetto a questi strumenti.
Ti faccio un grosso "in bocca al lupo".
Se hai altri dubbi scrivi pure.


ciao








Modificato da - @lex il 30/04/2008 20:12:44 Vai ad inizio pagina

logos
Ospite accreditato

Messaggi 88

Spedito - 30/04/2008 :  20:27:52  Mostra profilo  Clicca per vedere logos's l'indirizzo Messanger MSN
ciao clarissa,
l'amico @lex è stato molto chiaro e sono daccordo con lui, seguire un piccolo iter terapeutico è l'assenziale, ma che siano altri a darvi l'orientamento giusto..........e non da auto-didatta

in bocca al lupo








La libertà non può essere regalata agli uomini dal di fuori, ma può essere posseduta solo quando gli individui partecipano al suo conseguimento J.Dewey Vai ad inizio pagina

silvietta88
Ospite accreditato

Italy
Messaggi 49

Spedito - 01/05/2008 :  00:38:36  Mostra profilo
ciao clarissa!piacere d conoscerti...ho 20 anni e ank io frequento l'università,ank io ho fatto uso d roba fumata per quasi 2 anni fino a 20 giorni fa...leggere i tuoi post m ha fatto pensare a me stessa,a com'ero fino a poco tempo fa,ancora con un pò d nostalgia e -non te lo nascondo- anke un pò d invidia a pensare ke oggi t sei fatta la fumata con la tua ragazza...ho iniziato prendendola una volta in settimana,m dava l'illusione d non essere dipendente e ke così non c sarei mai cascata..per il resto integravo con fumo o erba. col passare del tempo però il desiderio d avere la roba in corpo m ha portato a prenderla 2,3,4,5 volte in settimana,ank io ben più d due o tre volte al giorno,fino ad arrivare all'uso quotidiano. avendo una paura tremenda delle spade,ero certa ke non m sarei mai bucata e questo mi dava un gran conforto perchè così pensavo d non essere tossica... in più nonostante dormissi mezza giornata e l'altra metà fumassi,riuscivo sempre a ritagliarmi uno spazio microscopico per studiare e gli esami andavano da dio!!! insomma credevo d aver trovato il modo perfetto d vivere..MA M SBAGLIAVO!!! disgraziatamente i miei sono venuti a sapere ke usavo qualcosa e per convincermi a parlargli m hanno kiusa in casa..non sono mai stata così d m... in vita mia...crampi,brividi pazzeschi,scatti isterici,ansia...i sintomi dell'astinenza restano gli stessi della persona ke s fa in vena,la sostanza è sempre la stessa!!!adesso vado al sert e seguo una vera e propria terapia sia fisica(subutex) ke psicologica.ci vorrà del tempo,soprattutto a livello mentale e d togliersi la voglia, ma piano piano ne sto venendo fuori. il consiglio ke m sento d darti quindi è di non usare metodi autogestiti (è inutile e pericoloso,anke con la forza d volontà d un elefante prima o poi c ricadi e pure con dosi e tempi più elevati!!!) e andare al SERT, ma non per ricevere un pò d metadone o un semplice consiglio,bensì per iniziare una vera e propria terapia; coraggio siete anke in due,avrete d sicuro la forza e quella marcia in più che l'affetto per l'altra vi può dare! in bocca al lupo e aggiornami un abbraccio







silvietta Vai ad inizio pagina

clarissa
Nuovo Ospite

Messaggi 4

Spedito - 01/05/2008 :  04:05:51  Mostra profilo
ciao silvietta, piacere di conoscerti e grazie di aver condiviso con me la tua esperienza. Vedi, anch' io sono sicura di una cosa e cioè che non mi farò una spada neanche se mi puntano una pistola alla tempia, ma questo non mi dà nessun conforto, al limite è una preoccupazione in meno. La mia situazione è grave lo stesso, la sostanza come dici tu è la stessa e di identico c' è sopratutto il discorso della dipendenza, che rimane fortissima per qualsiasi metodo di assunzione.
Le risposte che ho ricevuto al mio post fino ad ora sono tutte negative riguardo al mio piccolo progetto "autogestito" e questo certamente mi da da pensare: evidentemente chi ci è passato qualcosa ne sa e quindi attribuisco molto valore alle tue/vostre parole e un po' mi spaventano e mi mettono in guardia. Nonostante questo ti dico che la mia volontà unica e decisa è quella di farla finita con la roba e che il mio progetto non è qualcosa dietro cui voglio nascondermi per poter continuare a fare uso o perchè non so prendere una decisione vera e forte. Se vedo che non funziona e che non ce la faccio mi rimarrà solo la soluzione drastica e in tal caso la affronterò: la possibilità di tornare indietro è esclusa. O il mio progetto miracolosamente riesce ( a quanto pare sarebbe un miracolo .-)) e non mi concedo più di 15 giorni per capirlo, oppure via si chiude senza scuse, a costo di chiudermi in casa. Le mie motivazioni sono molto forti: mi devo laureare, ho un secondo libro da concludere al meglio e che mi potrebbe consacrare nel mondo della poesia, voglio trasferirmi dove le mie capacità possono trovare applicazione e, soprattutto voglio vivere il mio amore al massimo, in modo puro e solido. Quindi non ti preoccupare, non si scappa. Ma questo piccolo tentativo lo voglio fare, almeno ci voglio provare; come giustamente dici siamo in due ed è soprattutto questo che ci dà la forza di provarci, per noi, ci sosteniamo a vicenda. Per ora sento di potercela fare, nonostante la notte d'inferno che ho trascorso. Inoltre ho una situazione familiare drammatica, mia madre vive da tempo un esaurimento nervoso devastante e non ci sta con la testa: non reggerebbe. Tuttavia ha la forza di controllare le mie mosse e intraprendendo una terapia canonica non so se riuscirei a tenerla all'oscuro. Mio padre non lo vedo quasi mai. Anch'io nonstante tutto sono sempre riuscita ad ottenere ottimi risultati agli esami, pratico attività sportiva ad alti livelli ed ho ottenuto notevoli risultati nel mio campo "professionale", ma non ho mai pensato di aver trovato il modo perfetto di vivere: è diverso tempo che vivo la cosa come un disagio e un problema che mi fa soffrire e mi angoscia. Forse, ma non vorrei sbagliare dimmi tu, è questa la piccola differenza tra la mia e la tua storia e cioè che il mio impulso a smettere non è venuto da un evento esterno come la scoperta da parte dei genitori ma dalla mia stessa volontà. Intendimi, questo non è assolutamente un giudizio di valore, i casi della vita sono i più vari ma è soltanto per farti capire quanto io sia determinata ed abbia la volontà di un elefante. Non credo di essere infallibile e forse come dici tu la volontà di un elefante non mi permettera di realizzare il mio progetto. Poco male, a quel punto la soluzione so qual è. Ma ci voglio provare... spero che vorrai essere aggiornata ugualmente, anche se non seguo alla lettera il tuo consiglio, che pure mi è utile e mi dà uno stimolo in più per sfidare questa brutta bestia.
Ti auguro di farcela, al di là del come l'importante è uscirne e sento che anche tu lo vuoi con tanta forza. Tienimi aggiornata anche tu, sono felice che ci siamo conosciute.
ti abbraccio







Vai ad inizio pagina

silvietta88
Ospite accreditato

Italy
Messaggi 49

Spedito - 01/05/2008 :  12:58:31  Mostra profilo
ciao clarissa! la tua risposta mi ha davvero fatto piacere, è bello vedere che ci sono altre persone che hanno cose in comune con me! sono convinta che se nonostante i consigli vuoi provare comunque a uscirne in modo autogestito, vuol dire che veramente sei motivata e t sei resa conto che è ora di farla finita con la roba! quindi tanto vale provare, male di sicuro non ti farà, così potrai capire i tuoi limiti, quanto effettivamente soffri in astinenza e soprattutto se è davvero la volta buona che vuoi smettere! sarebbe bello sentirti dire tra qualche settimana che ce l'hai fatta, sarebbe una bella dimostrazione di quanto sei forte!!!
Per quanto riguarda me, purtroppo è vero che in qualcosa siamo diverse: nonostante la mia situazione familiare fosse buona (2 genitori uniti, che per me e i miei 6 fratelli darebbero l'anima) rispetto alla tua, che invece da come ho capito devi soffrire molto, io ho trovato nella roba la mia ancora di salvezza e di lei vedevo solo i lati positivi, solo le sensazioni di pace, tranquillità e calma che mi dava... qualche volta accenavo a voler andare al sert, soprattutto quando stavo male causa mancanza di soldi, ma il mio ex mi ha sempre dissuasa, diceva che era inutile. Così dopo 4 anni di dipendenza da lui e dalle sostanze ho deciso d lasciarlo e lui e suo padre per vendetta hanno raccontato tutto ai miei genitori. Sono ancora in una fase molto delicata, purtroppo ieri, a causa dei problemi psicologici che ancora lo stare senza fumare mi crea, al sert mi hanno aumentato la terapia d subutex...speravo d farcela in tempi piu brevi ma andando al sert ho capito che quando ti metti contro la roba è una battaglia lunga e dura! Sarò veramente felice di sapere come va a te e alla tua ragazza il vostro tentativo d smettere... è bello anche confrontarsi e vedere come procedono i nostri diversi tentativi di smettere no? sono veramente contenta d avert conosciuto un fortissimo abbraccio a te e al tuo amore in bocca al lupo bella!








silvietta Vai ad inizio pagina

clarissa
Nuovo Ospite

Messaggi 4

Spedito - 01/05/2008 :  14:29:19  Mostra profilo
ciao silvietta, ti ringrazio tanto per aver cercato di capirmi! Brutta storia la faccenda del tuo ragazzo, mi dispiace ma forse è stato meglio così visto che mi sembra di aver capito che altrimenti avresti continuato ad oltranza. Non ti angosciare per il fatto che ti hanno aumentato il quantitativo, è meglio così piuttosto che stare peggio credo e rimanendo determinata è solo questione di tempo. Per quanto riguarda i problemi psicologici, se ti andasse di parlarne , vorrei saperne un po' di più. Ti volevo chiedere anche della tua crisi di astinenza quando i tuoi ti hanno chiusa in casa: dopo quanto tempo che non fumavi è sopraggiunta?Te lo chiedo perchè a me finora a parte i problemi ai muscoli e alle articolazioni non è venuto nulla e non so se devo aspettare che arrivi il resto o se forse nel mio caso non arriva. Forse potrebbe avee qualcosa a che fare con il quantitativo fumato: noi fumavamo intorno ad 1g a testa al giorno ma spesso meno perchè non c'erano i soldi per prenderne di più. Tu che quantità usavi?Oggi è il mio secondo giorno sì-GIORNO NO (faremo così fino a domenica, poi iniziamo con i due giorni no), un po' mi spaventa di dover passare un'altra notte come quella di martedì, al limite cercherò qualcosa di omeopatico che mi tranquillizzi un attimo.
buona giornata, ti abbraccio







Vai ad inizio pagina

axel79
Ospite gradito

Italy
Messaggi 173

Spedito - 01/05/2008 :  15:01:34  Mostra profilo  Clicca per vedere axel79's l'indirizzo Messanger MSN
CARA clarissa,ho letto attentamente i tuoi post e le varie risposte..io ho fumato eroina x 8anni fino a dicembra scorso,senza quasi mai smettere,non ho mai fatto un buco,ma credimi,sono fermamente convinta che come tu dici"la spada"non è poi molto diversa dalla carta stagnola o dal pipparla,la roba è roba x tutti e in qualunque modo la si usi..poi sul discorso di vomito e dolori vari credo dipenda molto dal fisico,dall'organismo do ognuno di noi..non metto bocca x il vostro esperimento xkè io x prima non ne sono ancora libera da poter decidere lucidamente..lontana dal potere mentale della roba che condizionerebbe il mio parere...posso dirti che io personalmente mi son raccontata tante bugie in questi anni su come voler o dover smettere...poi ho capito che da sola non avrei mai trovato il percorso più giusto...nei vari sert ho trovato tanta ipocrisia e indifferente,ma ora da2mesi posso dire a gran voce di aver trovato un dottore consapevole di ciò che ci succede,disponibile..in grado di fare il suo lavoro..e credi mi non è così scontato...ma questo è solo il mio percorso..magari voi siete più forti..motivate..non so...io vi auguro davvero di trovare presto un faro che illumini le vostre strade!!un abbraccio sincero Ale







axel79 Vai ad inizio pagina

clarissa
Nuovo Ospite

Messaggi 4

Spedito - 01/05/2008 :  15:59:41  Mostra profilo
ciao axel79, ti ringrazio per avermi scritto. Sono felice per te, che tu abbia trovato una persona competente e disponibile, credo sia davvero una fortuna. Vedi io non ho enorme fiducia nei sert, persone così sono rare e poi quando sono uscita da lì con il mio metadone o simili sta a me decidere se fumare o meno quindi comunque c'è una parte notevole di "autogestione". Anche per questo voglio provarci prima da sola, senza illudermi che ce la farò sicuramente. Spero che da qui la tua strada sia in discesa. ti abbraccio






Vai ad inizio pagina

logos
Ospite accreditato

Messaggi 88

Spedito - 01/05/2008 :  16:32:24  Mostra profilo  Clicca per vedere logos's l'indirizzo Messanger MSN
ciao clarissa,
quanta forza, quanta motivazione, quanti progetti hai, ma comunque pensi che siano consigli negativi, come dicevi nel tuo post e continui a trovare le risposte che ti fanno più comodo, è la solita frase fatta di tutti coloro che iniziano a raccontarsela, scusami se sembro critico nei tuoi confronti, ma in quello che dici e come lo dici sembra prevalere molto la convinzione e presunzione di chi non ha accettato veramente la situazione, e agisci con modi e metodi superficiali come con superficialità tratti l'argomento.......









La libertà non può essere regalata agli uomini dal di fuori, ma può essere posseduta solo quando gli individui partecipano al suo conseguimento J.Dewey Vai ad inizio pagina

clarissa
Nuovo Ospite

Messaggi 4

Spedito - 01/05/2008 :  17:02:49  Mostra profilo
ciao logos, non credo abbia senso che io mi lasci prendere dal nervosismo per la lettura del tuo post. Questo è prima di tutto un luogo di sofferenza, di tentativi più o meno disperati, più o meno riusciti, più o meno efficaci, ma soprattutto di sofferenza. Il nervosismo non credo, dunque, abbia un senso. Ti chiarisco solo una cosa: io ho scritto che i vostri consigli sono negativi rigurdo al mio progetto il che, in italiano, significa semplicemente che non siete d' accordo, che non lo reputate fattibile. Non certo che io considero negativi in toto i vostri consigli, o inutili, o sbagliati, o superficiali. Anzi, come ho detto, il fatto che nessuno accolga con favore il mio progetto mi da da pensare, mi mette certamente in guardia su quanto la strada intrapresa sia forse la più difficile in assoluto, forse impossibile, su quanto io debba tirare fuori due palle così anche solo per provarci. Poi, ripeto, se non ce la faccio ho già detto che lo vedo tra 15 giorni e in tal caso tra 15 giorni i vostri consigli saranno applicati alla lettera. Perchè tanto impeto nel giudicare in quattro e quattr'otto superficiale il mio modo di trattare l'argomento, oltre che il mio metodo. Se quest'ultimo è superficiale lo si vedrà subito e comunque non è il metodo ma sono io che posso renderlo più o meno superficiale ed efficace. Ma qual è il carattete della faccenda, vorrei capire, che rende superficiale il mio modo di trattare l'argomento? Ti invito ad andare più cauto con le parole, non sappiamo neanche chi siamo, figurati se possiamo dire se siamo superficiali o meno.Abbiamo un' esperienza in comune che ci dà la possibilità di confrontarsi, ma non il diritto di giudicarci. Ce ne sono tanti di altri posti in cui questo si può fare. Purtoppo in questo modo rischi di apparire superficiale soltanto tu. Ribadisco che non voglio aprire una discussione, ho bisogno di tutto tranne che di questo, ma ci tenevo a chiarire queste poche cose.






Vai ad inizio pagina

silvietta88
Ospite accreditato

Italy
Messaggi 49

Spedito - 01/05/2008 :  17:25:41  Mostra profilo
Ciao bella!
sai axel ha ragione quando dice che non è scontato trovare disponibilità e comprensione nei vari sert... io sono fortunata perchè abito a trento, un'isola felice rispetto al resto d'italia... il personale è efficiente e non bisogna praticamente aspettare niente per un colloquio o una visita. Per questo appena ci sono venuta in contatto mi sono trovata benissimo...purtroppo capisco che non è così dappertutto, per questo è normale dopo i primi tentativi scoraggiarsi e pensare d arrangiarsi da soli...

Per quanto riguarda me, sono stata felice d lasciare il mio ragazzo, visto che x 4 anni mi ha portato solo guai. Ora io cerco d smettere, lui invece pare si sia ridotto ancora peggio, ha perso il suo unico faro, il suo amore e adesso s trova a rubare e a vivere da amici, che sicuramente non lo ospiteranno a vita, senza lavoro, macchina sfasciata, pensando solo a come procurarsi la sua dose giornaliera. Vedere la sua situazione da fuori mi fa sentire libera e forte finalmente!
Ank'io fumavo un grammo,un grammo e mezzo al giorno sulla stagnola... perchè anche se dividevamo le spese col mio ragazzo alla fine costa, c'è poco da fare! Nel momento in cui i miei hanno saputo tutto ho iniziato a soffrire d astinenza dal momento esatto in cui m hanno reclusa, perchè psicologicamente non sapevo come fare a procurarmela...giravo per casa agitatissima passando da una stanza al'altra, alternavo urla da pazza sclerata a pianti isterici, e ti giuro senza nemmeno accorgermene (cioè d solito sono un tipo relativamente tranquillo!), scagòiavo oggetti per tutta la casa, battevo i pugni sul muro....superata la notte con "solo" un continuo agitarmi nel letto, la parte peggiore è arrivata la mattina, dove effettivamente sono iniziati ad arrivare i sintomi fisici: crampi (tutto sommato leggeri x fortuna), vampate d calore (ero fradicia d sudore), ma soprattutto ciò ke ho sentito d più è stato il FREDDO...i brividi sono il mio sintomo più evidente purtroppo giravo per casa con 50coperte piegata in due dal dolore, finchè non sono scappata per procurarmene un pò perchè mi sembrava d morire..sbagliando perchè così il giorno dopo al sert non hanno notato astinenza e ho dovuto imbottirmi 2giorni d farmaci schifosi aspettando d tornare più pulita per iniziare a prendere il subutex. fidati non lo dico per scherzo o per vantarmi,ma solo per rispondere alla tua curiosità (m vergogno molto a ripensare ai miei fratellini ke m hanno osservata in queste condizioni)...poi come t hanno già detto i sintomi sono molto soggettivi e variano per intensità da persona a persona...
Adesso è 20 giorni ke prendo il subutex, il male fisico è solo un tremendo ricordo dela mia dipendenza, ma come t dicevo resta il dolore psicologico... cercherò d descrivertelo. Per me si concretizza in: sensazione di vuoto (niente riesce a sostituire o sballo della roba), ansia, fatica ad addormentarmi, a concentrarmi (non riesco a studiare da quando sono in terapia), se ho i 5 minuti ho crisi isteriche (vedi quanto scritto sopra,pianti e urla ecc.), noia, e cose del genere.
Per cercare d togliere tutti questi disturbi il medico m ha proposto d alzare il dosaggio visto ke le prime settimane c è andata piano per vedere come reagivo...questi due giorni sembro stare meglio dai...
Aspetto tue notizie e per qualsiasi domanda sono qua!
Un megabacione

P.S. Logos, credo che dalle sue parole clarissa sia molto consapevole di quello che fa, se se la sente di provare ripeto che è liberissima d farlo, nella vita serve anche saper sbattere la testa a volte...nonostante le auguri di farcela!








silvietta Vai ad inizio pagina

logos
Ospite accreditato

Messaggi 88

Spedito - 01/05/2008 :  19:22:03  Mostra profilo  Clicca per vedere logos's l'indirizzo Messanger MSN
ciao clarissa,
è interessante vedere come è facile suscitare qualche fastidio, solo dicendo con molta chiarezza le cose come stanno, poi ogniuno è libero di agire come meglio crede, il tempo e la reale situazione matureranno modi diversi di vedere e ascoltare......
comunque anch'io come silviatta ti auguro tantissimo di tirartene fuori........
in bocca al lupo

P.S. è tutto scritto in italiano








La libertà non può essere regalata agli uomini dal di fuori, ma può essere posseduta solo quando gli individui partecipano al suo conseguimento J.Dewey Vai ad inizio pagina

clarissa
Nuovo Ospite

Messaggi 4

Spedito - 01/05/2008 :  19:46:04  Mostra profilo
mi incuriosisce soltanto come sia proprio tu ad avere in tasca l'esatta cognizione di "come stanno" le MIE cose.
crepi il lupo







Vai ad inizio pagina

ninfafiesolana
Ospite gradito

Messaggi 190

Spedito - 01/05/2008 :  20:01:41  Mostra profilo
ciao clarissa...e benvenuta!
mi intrometto in questa discussione perchè sono rimasta abbastanza colpita dal tuo modus operandi e dalla convinzione con cui lo porti avanti. Non sono qui per darti consigli...non ne sono capace! però, mi chiedo, considerato il fatto che non sei stata così male finora, perchè non provare a togliere del tutto questa m....a?
io ti parlo da codipendente, sto da 10 anni con un td e le ha provate tutte...
alla fine, ma era veramente deciso, si è tolto l'astinenza col metadone, e comunque seguito dal sert...ora sta bene!
lo smarrimento di logos, io credo, è dovuto al bagaglio di esperienza personale: la sua reazione è stata più o meno, come quella del mio ragazzo, quando gli ho fatto leggere i tuoi post: scetticismo puro!
ad ogni modo, io credo che la volontà sia l'unica strada valida per ribaltare lapropria vita ed io ti auguro di cuore di riuscirci.
e se dovesse andar male...segui i consigli di chi c'è già passato, sono gratuiti e, soprattutto, disinteressati: sei giovane ed innamorata, mi hai suscitato profonda tenerezza!
a presto








ninfa Vai ad inizio pagina

clarissa
Nuovo Ospite

Messaggi 4

Spedito - 02/05/2008 :  13:03:19  Mostra profilo
ciao ninfa, l'unica cosa di cui sono convinta è di volerci provare e per farlo occorre determinazione. Capisco benissimo la reazione di logos e del tuo ragazzo, al loro posto ce l'avrei avuta anch'io. E' anche vero che i casi della vita sono molti e vari, potrebbe darsi che io abbia una possibilità che loro non hanno avuto: dipende anche da come siamo fatti. Potrebbe anche essere che non ce la faccio. Speriamo di no. Comunque l'unica critica che ho rivolto a logos era sul discorso della superficialità. Seguirò i consigli di chi ci è già passato, se dovesse andar male, senza dubbio.
ti abbraccio







Vai ad inizio pagina

idem
Moderatore

Italy
Messaggi 1909

Spedito - 07/05/2008 :  09:00:59  Mostra profilo  Clicca per vedere idem's l'indirizzo Messanger MSN
Ciao Clarissa,
penso che l'essere umano debba sempre sperimentare per arrivare a capire...e penso che, tutto sommato, sia giusto cosi'.
Ti sento piuttosto determinata e quindi ti auguro di farcela ...il metodo mi interessa poco, la cosa importante e' il risultato.
Potresti rivolgerti a qualche gruppo di auto aiuto anche nel reale, per esempi Narcotici Anonimi e comunque anche continuare a scrivere e a confrontarti qua.
La tua compagna sa di questo sito? Potrebbe scrivere anche lei, dato che avete deciso d'intraprendere un percorso insieme.
Dato che sei molto attenta agli eventuali ostacoli, vorrei farti presente che non sempre avere una compagna o un compagno accanto in questa esperienza e' positivo.
Spesso, infatti, se uno dei due va in crisi l'altro ne viene automaticamente risucchiato...te lo dico solo perche' tu facia attenzione anche ai meccanismi che potrebbero attivarsi fra voi due...soprattutto in un metodo "fai da te".
Un'altra cosa devi sapere: non c'e' nessun metodo che ti fa uscire dalla dipendenza in modo indolore...tutti i metodi sono lunghi e dolorosi e non sto parlando di dolore fisico, quindi preparati a dover sopportare momenti difficili...non basta togliere la sostanza dal corpo, la cosa difficile, lunga e dolorosa e' riuscire a toglierla dalla mente.
Solo per questo credo che tu abbia bisogno dell'aiuto di qualcuno di competente e che non sia coinvolto affettivamente.
L'aiuto lo puoi trovare anche senza escludere il tuo esperimento...e' giusto che provi se sei convinta di riuscire, ma penso che sia piu' fattibile se anche in questo percorso ti fai accompagnare da qualcuno. Nel caso, poi, ci sia una ricaduta dovresti avere la forza di darti questa regola: gli esperimenti fai da te che falliscono non vengono MAI ripetuti.
In questo modo ti aiuti a non ripetere gli stessi errori all'infinito e a non raccontartela.
Per ora ti auguro tutto il bene possibile e, se vuoi, puoi chiamarmi anche al telefono 3470779903
Un abbraccio
Daniela








idem Vai ad inizio pagina

pic
Ospite accreditato

Italy
Messaggi 85

Spedito - 07/05/2008 :  09:05:27  Mostra profilo
Ciao clarissa, vista la tua determinazione a procedere secondo il tuo progetto non so cos'altro dire se non invitarti a rileggere con attenzione il post di @alex, soprattutto quando scrive:

"Assumere la sostanza dopo una breve astinenza "rompe" ogni volta il tentativo del tuo fisico di riprendersi.
In parole povere: o smetti (del tutto)....o ogni volta rischi di ricominciare daccapo."

Qui non è questione di pareri o esperienze ma di meccanismi chimici oltre che psicologici.
Considerando ciò che comporta la disintossicazione per l'organismo, il tipo di trattamento che pensi di riservargli, è assolutamente assurdo.

Immagina di dover raggiungere la vetta di una montagna e ogni volta che fai 3 passi avanti, qualcuno ti da un calcio che ti risbatte più indietro di prima.
Questo è il cammino che vuoi intraprendere.

Poi nessuno può negare che tutto può succedere nella vita, ma è importante che tu sappia, che il tuo approccio è sbagliato in partenza per ragioni concrete, non per pareri o giudizi personali.









Vai ad inizio pagina

pic
Ospite accreditato

Italy
Messaggi 85

Spedito - 07/05/2008 :  09:07:12  Mostra profilo
Ciao clarissa, vista la tua determinazione a procedere secondo il tuo progetto non so cos'altro dire se non invitarti a rileggere con attenzione il post di @alex, soprattutto quando scrive:

"Assumere la sostanza dopo una breve astinenza "rompe" ogni volta il tentativo del tuo fisico di riprendersi.
In parole povere: o smetti (del tutto)....o ogni volta rischi di ricominciare daccapo."

Qui non è questione di pareri o esperienze ma di meccanismi chimici oltre che psicologici.
Considerando ciò che comporta la disintossicazione per l'organismo, il tipo di trattamento che pensi di riservargli, è assolutamente assurdo.

Immagina di dover raggiungere la vetta di una montagna e ogni volta che fai 3 passi avanti, qualcuno ti da un calcio che ti risbatte più indietro di prima.
Questo è il cammino che vuoi intraprendere.

Poi nessuno può negare che tutto può succedere nella vita, ma è importante che tu sappia, che il tuo approccio è sbagliato in partenza per ragioni concrete, non per pareri o giudizi personali.









Vai ad inizio pagina

pic
Ospite accreditato

Italy
Messaggi 85

Spedito - 07/05/2008 :  12:07:50  Mostra profilo
Un'altra cosa che volevo dirti e che mi è ritornata in mente ora leggendo il post di daniela riguarda il dopo, cioè il periodo che viene dopo la disintossicazione fisica ( e in parte durante essa, considerando che anche quella può essere lunga..)
Il problema è prevalentemente psicologico, perciò non reputo saggio il pensare che uno scalaggio gaduale della roba te la tolga dalla testa gradualmente.
Credo che finchè la tocchi non te la togli e anche se arrivi a non assumerla più per togliertela dalla testa ci vorrà tempo e soprattutto aiuto esterno.
Perciò, se vuoi usare il metodo fai da te per tenere all'oscuro i tuoi del problema, metti in conto che anche quando sarai pulita fisicamente, una terapia psicologica potrebbe essere necessaria.
Ho paura che ciò che ti spinge ad usare il metodo autogestito sia il non voler coinvolgere i tuoi, ma guarda che puoi riuscire a farti aiutare anche senza farglielo sapere.

In bocca al lupo









Vai ad inizio pagina

Haria
Ospite accreditato

Messaggi 24

Spedito - 08/05/2008 :  08:04:52  Mostra profilo
Ciao Clarissa, come stai?
Anche io mi trovo a condividere quello che hanno scritto pic, @lex e logos, e se mi permetti aggiungo un parere: qui non si tratta di scalare con l'eroina, cosa che forse, se fosse possibile in maniera precisa e controllata da medici potrebbe anche essere una soluzione, che però nel fai dai te risulta impraticabile poichè l'eroina che si acquista è sempre diversa e non ne conosciamo i dosaggi e il taglio.
Tu stai provando a diradare le assunzioni, e come ti hanno già detto in molti questo per il tuo organismo è deleterio.
Ti chiedo una cosa: come passi le giornate in cui non fai uso di eroina? Riesci a impegnare la tua giornata positivamente o fai passare il tempo in attesa che arrivi il giorno della nuova assunzione?
Per me per liberarsi della dipendenza uno dei primi passi è il distacco fisico, totale e incondizionato quindi se sei motivata, come dimostri devi arrivare a operare questa scelta di abbandono della sostanza, non ci sono vie di mezzo, credimi... le ho cercate per 13 anni...

Un saluto affettuoso







Vai ad inizio pagina

clarissa
Nuovo Ospite

Messaggi 4

Spedito - 12/05/2008 :  18:33:34  Mostra profilo
ciao Idem-Daniela, ho preso il tuo numero anche se non so se riuscirei a chiamarti!Ti rispondo subito. La mia compagna sa di questo sito e che ci scrivo, le ho già proposto di partecipare ma lei è un po' più schiva di me su queste cose. Magari un giorno apriamo il sito insieme e ve la presento.Hai perfettamente ragione quando dici che essere in due può essere a volte più un pericolo che un aiuto. Ci abbiamo pensato molto insieme, ma anche questo crediamo valga la pena di provarlo. Se vediamo che ci danneggiamo a vicenda si prenderanno decisioni diverse. Ma questo non succederà: dipende dai rapporti, da cosa si sente di poter fare pur che l'altro non stia male, dall'amore. Lo escluderei. Per quanto riguarda il gruppo di anonimi mi documenterò. E' vero che il problema è soprattutto psicologico e dura anche dopo la disintossicazione fisica, infatti la prendo soprattutto da questo punto di vista. Per rispondere a Pic (ciao Pic) capisco il tuo ragionamento sulla vetta della montagna, ci ho pensato anch'io. Però ti dico che, tenendo conto del fatto che l'esperimento avrà comunque una durata breve ( e ha ragione daniela quando dice che gli esp. falliti non si ripetono mai)non si tratta di sottopormi ad un tira e molla devastante ma soltanto di far precedere all'abbandono della roba un periodo di breve allenamento. Per vedere come sto il primo giorno, il secondo, il terzo , il quarto, il quinto: così sapendo, conoscendomi, credo che l'aumento indefinito dei giorni verrebbe da sè. perchè deve venire. La mia psiche non sarà del tutto a posto , ma così mi sembra di andarle un po' incontro. E comunque, tieni presente che l'esperimento è a breve durata e precede l'abbandono della roba, quindi si può anche vedermi come una che la fuma ogni due tre quattro giorni, magari raramente due volte di seguito,e che ad un certo punto decide di smettere e non la fuma più. L'esperimento è nella mia testa.Per Haria, le giornate senza sostanza cerco di farle fruttare il più possibile non aspettando con ansia.
Vi abbraccio







Vai ad inizio pagina

idem
Moderatore

Italy
Messaggi 1909

Spedito - 12/05/2008 :  23:29:58  Mostra profilo  Clicca per vedere idem's l'indirizzo Messanger MSN
Ciao Clarissa...e come sta procedendo lo scalaggio?
Tienici informati di questo ora, se vuoi.
Vedo che siamo in parecchi a non condividere il tuo metodo, ma vedo anche che c'e' comunque partecipazione di tutti anche se con qualche perplessita'.
Noi ti siamo comunque vicini e facciamo il tifo per te/voi.
Cercali i gruppi di auto aiuto, saranno sempre un sostegno in piu' e non credo che siano in conflitto con il tuo "eperimento", ma piuttosto di supporto.
per ora ti abbraccio
Daniela

p.s.
perche' non dovresti riuscire a chiamarmi?....








idem Vai ad inizio pagina

clarissa
Nuovo Ospite

Messaggi 4

Spedito - 13/05/2008 :  19:53:39  Mostra profilo
ciao idem! perchè sono timida!
Per ora tutto secondo i piani, non sgarriamo e c'è massima fiducia tra di noi, credo sia il nostro rapporto a darci la forza. Precisamente in questo momento non fumiamo da domenica e fumeremo ( se fumeremo perchè può darsi che prolunghiamo la cosa) giovedì sera. Stanotte crisi di astinenza.Sono andata a letto all' 1.20 e mi sono addormentata alle 6. Il mio unico grande problema rimane l'ipertensione muscolare. E per questo anche stanotte mi sono un po' imbottita di gocce, ansiolin più cose omeopatiche: qualcuno diceva che non era d'accordo ma cosa dovrei fare? vorrei una risposta illuminante. Sono cose che prendo solo nel momento critico , non certo in sostituzione della roba. Altra domanda: ho tanta paura per stanotte: tornerà l'astinenza secondo voi?
abbraccio







Vai ad inizio pagina

Haria
Ospite accreditato

Messaggi 24

Spedito - 14/05/2008 :  07:37:44  Mostra profilo
Ciao Clarissa sono davvero felice che il vostro esperimento stia procedendo bene. Io ho quasi finito il mio scalaggio con il metadone sono a 2 mg e purtroppo l'ultima settimana è stata la più dura.
In ogni caso, sotto il controllo del medico del ser.t ogni sera assuno una compressa da 1mg di tavor (anche qui ho scalato perchè nell'ultimo periodo della mia td per sentire la roba ero arrivata a prenderne 3 pastiglie da 2 e 1/2 mg...), quindi non è che mi aiuti molto. Anche in questo caso credo che sia importante non fare pasticci, ossia prendere sempre lo stesso farmaco scelto dal dottore e a dosi stabilite dal medico. Forse almeno in questo protreste farvi consigliare dal vostro medico di famiglia.
Un paio d'anni di td non sono tantissimi, ma certamente non sono nemmeno pochi, se uno si fa l'astinenza a secco soffre soprattutto i primi 3 o 4 giorni, poi inizia a star meglio, tu invece quando dovresti incominciare a migliorare fumi, e il giorno dopo sei di nuovo in astinenza, mi chiedo come fai a sopporatarlo, a me sembra una tortura...
Ma l'importante è che funzioni per te, e se così è sono davvero felice per te! :)







Vai ad inizio pagina

clarissa
Nuovo Ospite

Messaggi 4

Spedito - 14/05/2008 :  14:31:27  Mostra profilo
ciao cara haria, anche questa notte è passata, ma meglio della scorsa. Sono andata a dormire alle 10 e non mi sono alzata prima delle 11. Non o certo dormito bene, piccoli dolori ma niente ipertensione devastante. In effetti credo che rimanderemo ancora, almeno a venerdì fumando pochissimo,aspettando poi fino al venerdì successivo, sperando che anche l'astinenza sia minore ( ho paura che sia un fattore molto psicologico perchè ho davvero tanta paura di soffrire e quindi mi agito e sono ipertesa). Io sono contraria al metadone sia per problemi di tempo sia per il principio che si segue prendendolo, cioè a mio parere un rimandare l'abbandono, forse come sembra che stia facendo io. Ma se hai fatto un percorso sono sicura che lo porterai a termine e sarei felice di sapere che stai bene. Ti abbraccio






Vai ad inizio pagina

SMauri
Ospite accreditato

Italy
Messaggi 60

Spedito - 16/05/2008 :  16:50:21  Mostra profilo
ciao clarissa,
come va?
mi ha molto stupito la rapidità di risposta del primo giorno (una decina di post in un giorno)!!!!
comunque al di là di tutto ho letto abbastanza con attenzione i tuoi post, è certo che si evince la tua determinazione e sono d'accordo con Idem quando bisogna sbatterci il muso.
è vero, forse miracolosamente riuscirai nel tuo intento o forse farai scelte diverse e chiederai aiuto: quindi farai un passo avanti in entrambe le situazioni.
non mi resta altro che farti un grosso in bocca al lupo e chiederti come va dopo 16 giorni!

Mauri








smauri
...Se un giorno ti verrà rimproverato che il tuo lavoro non è stato fatto con professionalità, rispondi che l'Arca di Noè è stata costruita da dilettanti e il Titanic da professionisti...
Vai ad inizio pagina

idem
Moderatore

Italy
Messaggi 1909

Spedito - 18/05/2008 :  10:27:35  Mostra profilo  Clicca per vedere idem's l'indirizzo Messanger MSN
Ciao Clarissa,
il tuo metodo potrebbe essere non risolutivo perche' potresti cadere nell'equivoco che tu la sostanza la potresti gestire per sempre...come pare tu stia riuscendo a fare ora.
Percio' mi viene spontaneo dirti che se, per caso, si facesse strada dentro di te questa idea, di scacciarla subito e di non affezionartene.
La sostanza puoi gestirla per brevi periodi e, una volta tolta del tutto dal fisico, bisogna continuare (per molto tempo) a lavorare per toglierla anche dalla mente...questa e' la fase piu' difficile e, di solito, viene spontaneo pensare che usarla qualche volta non puo' essere pericoloso ritrovandosi, poi, al punto di partenza in poco tempo.
Per questo ti consiglio di rivolgerti a qualcuno, di iniziare una terapia che aiuti anche la tua mente a distaccarsi da lei. Hai poi cercato i gruppi di auto aiuto?
Un abbraccio
Daniela








idem Vai ad inizio pagina

clarissa
Nuovo Ospite

Messaggi 4

Spedito - 23/05/2008 :  12:54:43  Mostra profilo
ciao SMauri e ciao Idem, scusate il ritardo. Tutto va abbastanza bene, il programma lo seguiamo e siamo arrivate ad una settimana senza fumare. Da un certo punto di vista la cosa è effettivamente un po' stressante nel senso che sarà bene acellerare il momento in cui si smetterà definitivamente. Se non è la volta che comincia con oggi, sarà la prossima. L'idea di fumare mi è sempre più antipatica, perchè penso a quanto sarò illusa in quel momento che tutto vada bene e a quanto poi la mattina dopo non riusciro ad alzarmi dal letto con quella mia fastidiosissima depressione e idea che non riuscirò a fare niente: laurearmi, essere felice, alzarmi, scrivere, uscirne. Questa è la roba: la causa dei miei mali.
vi abbraccio







Vai ad inizio pagina
Pagina di 2 Discussione precedente Discussione Discussione successiva  
Pagina Successiva
 Nuova discussione  Discussione bloccata
 Versione stampabile
Vai a:
 Image Forum 2001 Generato in 0.28 sec. Snitz Forums 2000